Quali sono le diverse categorie di app? Ecco una classificazione per tipi di utilizzo e funzionalità

This post is also available in: enInglese

Ormai puoi trovare le più disparate categorie di app perché le app fanno parte di ogni ambito della nostra vita quotidiana e sono utilizzate anche in settori che in passato non avrebbero mai fatto ricorso a questo tipo di strumento.

Perché?

Perché anche coloro che non vogliono essere necessariamente all’avanguardia dell’innovazione tecnologica devono comunque soddisfare la richiesta proveniente dai consumatori di avere app che semplifichino le attività da svolgere quotidianamente.

Di conseguenza, la quantità di app disponibili è in continua crescita, tanto da richiedere una divisione in categorie descrittive sempre più numerose. Ma quante sono queste categorie?

Al momento della redazione di questo articolo le categorie sono 32 in Google Play e 24 nell’App Store, ma personalmente ritengo che questi numeri siano un tantino esagerati.

Secondo la mia classificazione esistono 6 categorie di app ben definite, che dovresti esaminare attentamente prima di iniziare a sviluppare la tua app. Innanzitutto chiediti in quale categoria potrebbe figurare la tua futura app, e poi potrai passare alla fase di progettazione e di sviluppo app.

Descriverò le 6 principali categorie di app per aiutarti a capire a quale categoria appartiene la tua.

Inoltre, poiché per monetizzare un’app è importante poter contare su un numero elevato di utenti abituali, ti darò qualche consiglio su ciascun tipo di app in modo da migliorare l’esperienza degli utenti e fidelizzarli.

Diamo inizio alla descrizione!

Le 6 principali categorie di app

#1 App per il lifestyle

Le app per il lifestyle hanno conquistato un mercato molto ampio negli anni più recenti. Una app lifestyle rende più facile o piacevole la vita quotidiana. Le app lifestyle sono utilizzate per:

  • Fitness
  • Incontri
  • Cibo
  • Musica
  • Viaggi

Le varie app appartenenti a questa categoria hanno una caratteristica in comune: una volta che gli utenti iniziano a usarle, non potranno più farne a meno. Queste app si utilizzano quotidianamente per trovare una canzone, un ristorante o la meta di un viaggio, e ci aiutano a scoprire noi stessi, ciò che ci piace oppure no, e a pianificare spostamenti o viaggi.

Per questa categoria può bastare quanto ho detto, perciò non vado oltre. Se ti appresti a sviluppare un’app lifestyle, dovresti pensare a qualcosa che sia molto coinvolgente per gli utenti, qualcosa che i tuoi rivali non hanno ancora fatto e qualcosa di cui gli utenti non possano fare a meno.

App per il Lifestyle:

  • Spotify
  • Tripadvisor
  • Uber?

#2 App per i social network

Quella per i social network è una delle categorie di app tra le più diffuse. Infatti, queste app ci consentono di creare i nostri social network e di scambiarci quotidianamente le informazioni. Ad esempio, Facebook conta da solo più di un un miliardo di utenti attivi ogni giorno.

È inutile precisare che l’uso di queste app deve essere semplice, e che le app per i social network devono essere divertenti, veloci e costantemente aggiornate con le nuove funzionalità dei social network supportati.

Attualmente le persone amano condividere gli aspetti della loro vita quotidiana molto di più che in passato, per questa ragione perfino le app che non rientrano necessariamente nella categoria social network dovrebbero includere funzionalità social.

Citiamo una app appartenente a questa categoria: Strava, la famosa app per monitorare i percorsi a piedi o in bici. Questa app non solo traccia le attività svolte, ma ti permette di confrontare le tue statistiche con quelle di altri utenti della community (e perfino con persone che non conosci). Con Strava si può creare una community di utenti o perfino un’intera squadra senza essersi mai incontrati realmente.

Con molte altre app è possibile condividere un prodotto, i punteggi migliori ottenuti, oppure notizie varie con il tuo social network. Inoltre queste app consentono agli utenti di condividere le cose che piacciono senza dover chiudere la app.

Potrebbe essere utile aggiungere alla tua app la possibilità di condividere i contenuti, se ti appresti a fornire un servizio o a vendere un prodotto che i tuoi utenti possono condividere con la loro rete social. Questa funzionalità spingerà gli utenti a condividere ripetutamente i diversi contenuti con i loro network.

App per i social network molto diffuse:

  • Facebook
  • Instagram
  • Pinterest
  • Snapchat

#3 App utility

Le utility sono app che usiamo quasi sempre senza pensarci, sono una delle categorie di app che spesso troviamo già installate nei vari dispositivi mobile, e hanno la caratteristica di svolgere una sola azione.

Esempi molto diffusi di app appartenenti alla categoria utility:

  • Promemoria
  • Calcolatrice
  • Torcia
  • Meteo

Queste app sono utilizzate in genere molto spesso, ma per pochissimo tempo; ad esempio utilizziamo la calcolatrice per un solo calcolo (es: dividere il conto al ristorante) e poi la chiudiamo.

Fai del tuo meglio per accrescere la frequenza d’uso della tua app utility in modo da migliorare la monetizzazione. Un uso breve non è redditizio, ma se gli utenti sono molti, possono contribuire a far diventare significativo il profitto.

#4 App di giochi/divertimento

La categoria giochi e intrattenimento è molto ampia, per questa ragione vi è una maggiore competizione tra gli sviluppatori. I giochi sono una categoria di app tra le più note, perciò non c’è bisogno di ulteriori spiegazioni. Molti sono gli sviluppatori che si lanciano nella creazione di app appartenenti a questa categoria poiché gli utenti sono molto numerosi e la frequenza d’uso è elevata; infatti molte persone le usano più volte alla settimana e talvolta più volte al giorno.

Nei giochi di maggiore successo, la frequenza e la durata del gioco è elevata. Perciò, nello sviluppo della app, cerca di generare una sorta di dipendenza offrendo premi agli utenti che la usano ogni giorno o per alcuni giorni di fila.

Esempi di app di giochi:

  • Angry Birds
  • Clash of Clans
  • Subway Surfer

#5 App di produttività

Le app di produttività potrebbero sembrare una delle categorie di app meno interessanti, invece sono molto utilizzate. Queste app aiutano gli utenti ad assolvere un compito velocemente ed efficacemente, rendendo più facili e – se posso osare – divertenti, attività che sono talvolta banali.

Esempi di app di produttività sviluppate sia da Google sia da Apple:

  • Docs
  • Sheets
  • Wallet/Pay

E ancora:

  • Evernote
  • Wunderlist

Le app di questa categoria diventano indispensabili se sono fatte bene, ossia se aiutano l’utente ad assolvere un compito più facilmente, velocemente ed efficacemente delle app rivali. Il modo in cui ciascuna app aiuta l’utente a svolgere una determinata attività è ciò che distingue una app da un’altra, perciò cerca di essere originale e di proporre soluzioni nuove cui nessun altro ha mai pensato.

#6 App aggregatrici di news/informazioni

Le app di news e informazioni non richiedono spiegazioni. Con queste app gli utenti trovano le notizie e le informazioni attraverso un layout facile da usare che rende l’attività di ricerca facile ed efficace.

Esempi di diverse app di notizie molto diffuse:

  • Buzzfeed
  • Smartnews
  • Google News & Weather
  • Feedly
  • Flipboard
  • Yahoo News Digest
  • Reddit
  • Linkedin Pulse

Queste sono le principali app di news, e ognuna di esse ha qualcosa di diverso. Se ti prepari a sviluppare una app di notizie, dovrai trovare qualcosa di nuovo per i tuoi utenti perché, ed è ovvio, le notizie sono sempre le stesse, perciò per essere originali bisogna puntare su qualcos’altro.

Potresti cambiare il modo di presentarle. Crea qualcosa di eccezionale e associalo alle diverse categorie di notizie per dare agli utenti quel qualcosa di speciale che risulta sempre gradito.

Ormai sai tutto!

Adesso conosci le diverse categorie di app presenti sul mercato. Spero che quello che hai imparato possa aiutarti a capire non solo in quale categoria potrebbe rientrare la tua app, ma anche a emergere dal mucchio.

Ora sei pronto a dare inizio al processo di sviluppo app. Se hai qualche domanda o vuoi sottoporre la tua idea a un gruppo di esperti, siamo a tua disposizione. Siamo interessati a una collaborazione che si riveli proficua per tutti, perciò contattaci per parlare della tua idea senza nessun impegno, sperando che dalla collaborazione possa uscire qualcosa di importante.

This post is also available in: enInglese

Post a Comment

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *