Quello che devi sapere per realizzare un’app di successo (come EVITARE gli errori più comuni)

This post is also available in: enInglese

Come si crea un’app di successo? Molti pensano sia sufficiente assoldare uno sviluppatore freelance a cui far realizzare la propria idea, così da riscuotere un successo immediato. Purtroppo non è così semplice.

Non vorrei rovinare queste illusioni, ma la realtà è molto lontana da quest’idea sull’universo dello sviluppo app. In realtà, se si conoscesse tutto ciò che è implicato nel processo di creazione di un’app di successo, molti sarebbero scoraggiati dalle difficoltà e rinuncerebbero subito.

Detto questo, è opportuno precisare che un BAGAGLIO DI CONOSCENZE sul modo di affrontare le fasi dello sviluppo app ti farebbe acquisire un notevole vantaggio sulla maggioranza dei rivali.

Infatti se è vero che le buone idee per un’app non mancano, solo pochi riescono a portare a termine un processo di sviluppo complesso e accurato.

A questo punto ti starai chiedendo: come è possibile realizzare un’app di questo tipo? Nei paragrafi seguenti ti spiegherò come affrontare il processo di sviluppo app, e capirai che la creazione di un’app di successo non consiste nella semplice realizzazione di un’idea.

Ti illustrerò le diverse fasi del processo necessario a trasformare la tua idea in un’app di successo che potrai successivamente commercializzare e monetizzare.

Se riuscirai a mettere insieme i tasselli di questo mosaico avrai maggiori possibilità di sviluppare un’app di grande successo.

In questa guida troverai le istruzioni in cui evidenzio tutto ciò che è necessario conoscere sulle app PRIMA di dare inizio al processo di sviluppo, per esempio devi:

  • Conoscere i diversi tipi di app (nativa, ibrida, web).
  • Conoscere le diverse piattaforme (Android, iOS ecc.).
  • Porti alcune domande importanti prima di iniziare.
  • Capire ciò che determina il successo o il fallimento di un’app.
  • Scoprire come creare un’esperienza utente UNICA.
  • Sapere come testare e ottimizzare un’app per assicurarle un successo di lunga durata.
  • Conoscere tutto ciò che è necessario per rendere più efficace la monetizzazione.
  • Essere consapevole dell’importanza di sviluppare una strategia globale.
  • E molto altro ancora…

Questa guida dovrebbe essere letta da ogni sviluppatore prima di dare inizio al processo di sviluppo. Credimi, è davvero necessario.

Ora, non perdiamo altro tempo e passiamo alla guida.

Indice

Quello che devi sapere per realizzare un'app di successo (come EVITARE gli errori più comuni)

5 domande importanti da porsi prima di iniziare

Prima di approfondire le diverse problematiche relative al processo di sviluppo, bisogna che tu ti ponga alcune importanti domande che ti aiuteranno a capire se sei pronto a lanciare un’app.

1. Sei disposto a dedicare tutte le tue energie alla creazione di un’app di successo?

Il mercato delle app viene considerato da molti un universo dal guadagno facile, assicurato da una crescita costante. Chi conosce approfonditamente questo universo, invece, non condivide questa opinione.

Come qualunque altra impresa, la creazione di app è un processo alquanto complesso, e la monetizzazione (ammesso che riesca a essere monetizzata) deve essere preceduta da un notevole investimento (in denaro e in lavoro). Forse consideri la realizzazione della tua idea una nuova sfida, ma se non sei disposto a dare tutto, ti consiglio di rinunciare. Sviluppare un’app è come lanciare sul mercato un prodotto, perciò devi essere preparato ad affrontare anche eventuali alti e bassi.

2. Sei preparato a promuovere e a commercializzare la tua app come se stessi lanciando un qualunque tipo di prodotto?

La creazione di un’app, come ho già detto, implica dinamiche simili a quelle di altri tipi di business. Infatti, il mercato è pieno di applicazioni eccellenti, che si contendono il poco spazio ancora a disposizione nel nostro smartphone o tablet. Perciò, per la tua app saranno necessarie una campagna promozionale e una complessa strategia di marketing, che dovrai ideare e curare in ogni fase. Quindi, se pensi di non poterlo fare, ti consiglio di rinunciare. La realizzazione di un’app richiede un impegno simile a qualunque altra attività commerciale, perciò è necessario che tu sia pronto ad affrontare diversi tipi di problemi.

3. Sei alla ricerca di un guadagno immediato o di un successo di lunga durata?

Molti proprietari di app si lanciano nel mercato con l’obiettivo di un guadagno immediato. Naturalmente è possibile che ciò avvenga, ma la probabilità di guadagnare dalla propria app nel giro di qualche mese o anno è piuttosto bassa.

Alcune fra le app di successo più eclatante hanno impiegato anni prima di essere monetizzate, ma i loro creatori hanno perseguito costantemente l’obiettivo di realizzare un’ottima esperienza utente in modo da poter contare su un numero di utenti elevato e fedele.

Se intendi monetizzarla più velocemente, dovrai scegliere un particolare tipo di app, ossia una certa categoria di app (su cui ritorneremo tra poco), come pure il modo in cui la realizzerai (ritorneremo anche su questo).

4. Hai riflettuto sulla tua idea/concetto di app?

La tua idea ti sembra ottima (e piace molto anche ai tuoi collaboratori), ma hai chiesto anche ad altri esperti cosa ne pensano? Ti sei chiesto se il tuo utente ideale troverebbe la tua app irrinunciabile?

Immagina uno scenario in cui hai già realizzato l’intero processo di sviluppo, però la tua app non sfonda. A questo punto capisci che è successo perché non hai inserito le funzioni chiave che il tuo utente ideale ritiene necessarie.

Quindi devi tornare al lavoro di progettazione, aggiornare le funzioni e il design, ottimizzare l’esperienza utente basandoti su ciò che hai scoperto, e spendere TANTISSIMO denaro per farlo. Oppure – e questo è ancora peggio – non hai budget e devi rinviare l’aggiornamento del progetto a quando potrai avere maggiori risorse.

Spero che ciò non accada né a te né a nessun altro, ma mi auguro che il concetto sia chiaro. È importantissimo che tu comprenda che cosa stia cercando il tuo utente ideale e che cosa apprezzi maggiormente. Un’idea che a te sembra buona, potrebbe richiedere qualche grande cambiamento per piacere alle persone a cui ti rivolgi.

Rifletti sui diversi problemi PRIMA di sviluppare la tua strategia e MOLTO PRIMA di dare inizio al processo di sviluppo.

5. Che cosa ti aspetti?

Se dopo esserti posto queste domande ti senti ancora pronto a portare avanti il processo di sviluppo, puoi iniziare!

Quanti tipi di app esistono? Informarsi prima di scegliere

La prima cosa da conoscere sono i diversi tipi di app realizzabili. Se non si conoscono queste differenze non riuscirai a distinguere tra i diversi tipi di app.

Esaminiamo le differenze.

Che cos’è un’app nativa?

Il concetto di app è nato con le app native, piccoli programmi scaricabili da un sito e installabili sui dispositivi mobili. Le app native sono scritte e sviluppate per una sola piattaforma, di solito iOS o Android.

  • Queste app sono compatibili con un’unica piattaforma, perciò bisogna cambiare il design e riscrivere il codice se devono essere distribuite anche sull’altra piattaforma.
  • Le app native, e questo è l’elemento più rilevante, assicurano un’esperienza utente più immediata, più affidabile e più veloce.
  • Sviluppare app native significa porre la qualità e l’esperienza utente al di sopra di tutto: questo è un vero privilegio che pochi possono concedersi.
  • Le app native possono, per esempio, coinvolgere maggiormente gli utenti attraverso le notifiche push, che richiamano l’attenzione dell’utente e lo inducono a usarle più frequentemente (ti spiegherò tra poco perché questo fattore è importante).
  • Le app native possono funzionare senza una connessione internet.

Che cos’è una web app?

La web app, considerata in genere l’app più tipica, è essenzialmente una versione ottimizzata di siti internet per dispositivi mobili.

  • Le web app risultano di uso facile e intuitivo come le app native, ma necessitano di una connessione internet per funzionare, poiché sono accessibili solo tramite browser e permettono di visualizzare file depositati da un web server.
  • Il design e la funzionalità sono intuitivi quasi quanto quelli delle app native, anche se i dati a cui si accede sono quelli consultabili tramite browser.
  • Le web app sono, in altre parole, delle versioni semplificate ed essenziali di siti desktop. Quasi tutti i contenuti a cui si può accedere tramite i siti desktop, possono essere consultabili attraverso una web app ben progettata, anche se viene posta maggiore attenzione agli elementi essenziali che devono rientrare in spazi contenuti, tipici dei dispositivi mobili.
  • Poiché il loro funzionamento non dipende dal dispositivo usato, sono meno costose da realizzare e richiedono meno tempo per essere sviluppate.
  • Tuttavia, le web app sono meno intuitive, meno veloci e non assicurano, in genere, lo stesso tipo di esperienza utente di un’app nativa o ibrida.

Che cos’è un’app ibrida?

Un’app ibrida è una sorta di soluzione intermedia tra una web app e un’app nativa. Viene scaricata su dispositivi mobili ed è visualizzata tramite icone, ma necessita di connessione internet. Poiché funziona sulle due piattaforme, potrebbe immediatamente suscitare il tuo interesse, ma rifletti a lungo prima di optare per un’app ibrida.

  • Le app ibride sono in genere più veloci da realizzare e costano meno rispetto a due app native destinate a funzionare su due piattaforme diverse.
  • Il lavoro necessario per creare un’app ibrida complessa, che funzioni perfettamente sulle due piattaforme, può essere tanto lungo da rendere lo sviluppo costoso quanto quello di un’app nativa.
  • L’aggiornamento delle caratteristiche e delle funzioni di una sola app, e un’unica traduzione destinata a più piattaforme, sono comunque un grande vantaggio.
  • Se le funzioni di una buona app ibrida possono essere molto simili a quelle di un’app nativa, l’esperienza utente con un’app ibrida non sarà mai paragonabile a quella con un’app nativa: questo non è un fattore trascurabile, infatti l’esperienza utente è un fattore PRIMARIO.

Adesso che hai compreso perfettamente le differenze tra i vari tipi di app, passiamo ad altri importanti aspetti da prendere in considerazione prima di iniziare.

Pianificare, prepararsi ed elaborare una strategia di sviluppo di un’app

In questa sezione sarà preso in considerazione non soltanto lo sviluppo di un’app, ma molto di più: una delle ragioni principali per cui la maggior parte delle imprese incontrano problemi o falliscono nei primi anni è la mancanza di una pianificazione adeguata.

L’impulso di finire il prima possibile è in genere molto forte, soprattutto per la gratificazione immediata che la maggior parte delle persone si aspetta dalla propria app. Invece è consigliabile dedicare molto tempo, energia e risorse alla fase di preparazione.

In questa fase occorre riflettere approfonditamente su:

  • Idea di app (il concept).
  • Utente ideale.
  • Prodotti rivali.
  • Tattiche di marketing.
  • Strategie di monetizzazione.
  • Scelta del design e dello sviluppo.
  • Metodi di testing e ottimizzazione.
  • Tutto ciò che pensi possa aiutarti a fare scelte migliori per lo sviluppo, il lancio e la promozione.

Le informazioni che riuscirai a raccogliere ti aiuteranno a compilare un elenco delle strategie che utilizzerai per l’intero processo di sviluppo. Un elenco di questo tipo ti consentirà di formulare un piano per ciascuna fase di realizzazione di un’app.

Se dedicherai abbastanza tempo alla scelta tra le diverse possibilità e alle decisioni che riguardano tutto il processo di sviluppo dell’app – dall’idea al lancio e oltre – l’intera procedura risulterà più chiara, veloce ed economica. Ti assicuro che è così. Consulta le sezioni seguenti per redigere l’elenco relativo alle diverse fasi dello sviluppo. Documentati in modo adeguato e specifica la tua strategia per ogni tappa dello sviluppo, in modo che tu sappia come affrontare ogni fase del lavoro nel momento in cui darai inizio al processo di sviluppo.

È arrivato il momento di analizzare gli elementi dell’elenco da includere nella strategia di sviluppo.

9 decisioni da prendere per sviluppare un’app di successo

Sono molti i fattori da conoscere, tuttavia spesso vengono presi in considerazione solo quando è troppo tardi. Per questa ragione ho organizzato tutti questi elementi in una pratica lista.

Scelta della piattaforma: iOS o Android

Ormai conosci le differenze tra le app native e quelle ibride, perciò sei in grado di prendere una decisione meditata sulla piattaforma da scegliere per lo sviluppo. La tua decisione sarà basata sul tuo budget, la categoria di app, l’utente ideale ecc.

Sviluppo iOS

Le app – almeno come noi le conosciamo oggi – si devono ad Apple, ed è indubbio che Apple sia stata anche la prima azienda a realizzare app dallo straordinario successo commerciale. Per questa ragione molti creatori di app preferiscono lo sviluppo iOS a quello Android.

Lo sviluppo iOS è in genere:

  • Più facile.
  • Più economico.
  • Più rapido.

Questi fattori hanno reso iOS la piattaforma preferita dagli sviluppatori, ma se desideri raggiungere tutti i possibili utenti ideali, dovresti sviluppare le app per entrambe le piattaforme: questo è un obiettivo importante, ma può costare troppo, soprattutto per i piccoli sviluppatori.

iOS è in genere considerato il migliore mercato in cui lanciare un’app perché:

  • Assicura ricavi più alti per ciascun utente (l’utente iOS è maggiormente disposto a spendere).
  • Permette di creare un’esperienza utente migliore in modo più facile.
  • Garantisce un numero più elevato di download a pagamento.

Devi informarti però se il tuo utente ideale è altrettanto ben rappresentato in Android. È importante che tu sappia chi è l’utente ideale della tua app e che tu conosca le caratteristiche degli utenti di ogni piattaforma.

Prendiamo WhatsApp come esempio: attualmente ha più di un miliardo di utenti attivi, ma molti vivono nei paesi in via di sviluppo e non hanno accesso ai dispositivi Apple. Perciò, pensa al tuo utente ideale prima di decidere per quale piattaforma sviluppare.

Sviluppo Android

Lo sviluppo di app Android ha conosciuto un’esplosione negli ultimi anni e rappresenta ormai più dell’82% dell’intero mercato: ciò significa che per volume le app Android superano del 60% le altre.

Queste cifre non possono essere ignorate. Perciò, nonostante lo sviluppo Android sia più complesso, potresti decidere di affrontare i costi più elevati, se ritieni che il tuo utente ideale possieda un dispositivo Android.

Per esempio, se intendi realizzare uno stupefacente gioco che potrà essere scaricato gratuitamente e monetizzato con pubblicità e acquisti in-app, il numero di utenti che potrai raggiungere con Android sarà senza dubbio superiore.

Google Play e la piattaforma Android garantiscono:

  • Più dispositivi.
  • Più download.
  • Un numero più elevato di utenti.
  • Maggiori profitti in pubblicità.
  • Maggiori costi per lo sviluppo.

Lo sviluppo Android necessita tuttavia di un team di sviluppo ben preparato, infatti il processo tecnico è più complesso, e le competenze per realizzare un’esperienza utente di valore sono più rare. Attenzione! Non tutti gli sviluppatori freelance presenti sul mercato potrebbero essere in grado di realizzare la tua idea.

iOS e Android?

Infine, la scelta migliore sarebbe quella di sviluppare le app per le due piattaforme? Creare una seconda app nativa o voler lanciare le due app contemporaneamente comporta un notevole investimento in tempo. Tutto dipende dal budget a disposizione, dal testing, dalle capacità di ottimizzazione e dalla disponibilità a portare avanti entrambi i progetti.

Nativa o ibrida

Adesso è diventata più chiara la ragione per cui molti optano per le app ibride. Il processo di realizzazione è sicuramente più facile, i costi sono inferiori e i tempi per la realizzazione sono più brevi.

Tuttavia il risultato finale non può reggere il confronto con un’app nativa. Se il tipo di app che stai sviluppando è uno strumento semplice oppure non necessita di un design complesso e funzionalità particolari, puoi prendere in considerazione l’ipotesi di realizzare un’app ibrida. Devi comunque riflettere sull’obiettivo dell’app, sulle persone che la useranno e sulle risorse a disposizione per realizzarla.

Definire la categoria dell’app

Dopo aver compreso le differenze tra app native e app ibride, puoi prendere una decisione più meditata su quale piattaforma scegliere per lo sviluppo, basandoti su budget, categoria, l’utente ideale ecc.

Quando parlo del tipo da creare, mi riferisco in genere alla categoria. Il processo di sviluppo di un’app sarà alquanto diverso a seconda della categoria di app che stai lanciando.

Per esempio, un’app per misurare il battito cardiaco richiederà un diverso livello di sviluppo rispetto a un’app intuitiva e molto interattiva di un gioco o di un’applicazione social. Esaminiamo le diverse categorie di app per capire in quale potrebbe rientrare la tua app.

Categorie di app

La divisione delle app in categorie non è omogenea, ma varia a seconda dei criteri utilizzati. Nella mia classificazione, le app sono divise in 6 categorie principali, ognuna delle quali presenta delle sottocategorie. Apple divide invece le app in 24 categorie. Ecco le mie 6 categorie.

App per il lifestyle

Le app per il lifestyle ci consentono di esprimere chi siamo attraverso le nostre preferenze. Alcuni esempi di app per il lifestyle sono quelle relative a:

  • Fitness.
  • Incontri.
  • Cibo.
  • Musica.
  • Viaggi.

Queste app sono importanti perché gli utenti che iniziano a usarle non potranno più farne a meno, e le utilizzeranno regolarmente (anche quotidianamente) per scegliere le cose che amano o amano fare, e che considerano parte della loro vita.

Esempi di app per il lifestyle:

  • Spotify.
  • TripAdvisor.
  • Uber.
App per i social network

Tutti conosciamo i social network (ad esempio Facebook o Instagram, Snapchat o Twitter). I social network sono molti e molte sono le relative app (talvolta anche due o tre per ogni social network).

Lo sviluppo di un social network sarebbe un compito molto difficile per la maggior parte degli sviluppatori, ma questo non significa che non dovrebbe essere preso in considerazione. Invece dovrebbe essere il contrario. Visto che i social media fanno ormai parte della nostra vita, le app per i social network sono un mercato in espansione costante che offre grandi possibilità.

Per esempio, i social media sono un grande mercato poiché il bisogno di app che semplifichino e migliorino i processi è cresciuto. Le app come CoSchedule consentono di aggiornare e programmare i contenuti fino a 6 diversi account contemporaneamente facendo risparmiare molto tempo.

La creazione di app di questo tipo offre grandi possibilità di lavoro poiché i social network sono parte della nostra vita, e potresti raggiungere milioni di utenti potenziali con un prodotto che amplia le loro possibilità di interazione.

App utility

Le app utility sono spesso già installate sui nostri smartphone, come:

  • Torcia.
  • Calcolatrice.
  • Meteo.

Queste app non sono rivoluzionarie, ma possono rappresentare un’opportunità di guadagno. Se riesci a creare uno strumento user friendly e ben progettato, che le persone utilizzano per informarsi sul meteo o fare il conto al ristorante, molti potrebbero preferirlo alle applicazioni integrate.

App di giochi/intrattenimento

Le app di giochi o intrattenimento coprono una fetta importante del mercato delle app, visto che tutti cercano costantemente modi nuovi per passare il tempo, ad esempio mentre fanno la fila, perciò cerca di proporre qualcosa di interessante.

Alcuni esempi di app di giochi:

  • Angry Birds.
  • Clash of Clans.
  • Subway Surfer.

Creare un gioco davvero unico può essere difficile, ma potresti migliorare qualcosa di già disponibile, o mettere insieme i migliori elementi di più giochi esistenti per creare un prodotto nuovo.

App di produttività

Le app di produttività ci aiutano a svolgere compiti ripetitivi (e talvolta noiosi) in maniera più semplice, veloce e facile.

Le app di produttività di Google e Apple sono ad esempio:

  • Docs.
  • Sheets.
  • Wallet/Pay.

E naturalmente:

  • Evernote.
  • Wunderlist.

Progettare un nuovo strumento per rendere più interessanti e meno noiosi compiti ripetitivi, o almeno per svolgerli in modo più efficace, potrebbe promuovere un’app di una categoria poco interessante.

App aggregatrici di notizie

L’ultima categoria di app presa in esame riguarda la raccolta di notizie o informazioni. Con queste app è possibile reperire notizie di vari luoghi, di cultura popolare, o notizie di carattere locale che interessano un ampio numero di persone. App di questo tipo sono utilizzate soprattutto dai più giovani, che non amano ricorrere ai media tradizionali (TV o stampa).

Esempi di app che aggregano notizie:

  • BuzzFeed.
  • SmartNews.
  • Google News & Weather.
  • Feedly.
  • Flipboard.
  • Yahoo News Digest.
  • Reddit.
  • LinkedIn Pulse.

Lo sviluppo di app di notizie, come quelle di social network, può non rientrare nelle tue corde. Tuttavia se riuscissi a sviluppare una piattaforma che consentisse ai provider di notizie di raggiungere il proprio pubblico senza investire in una serie di app native, potresti approfittare di un mercato che sta decollando.

App di nicchia

All’interno di ciascuna categoria già elencata, vi sono svariate app di nicchia. In un mercato di app molto affollato, creare un’app specializzata può aiutarti a emergere dal mucchio.

Eccoti un esempio:

Nel mercato iOS e Android abbondano le app per editare le foto. La maggior parte assicura ogni tipo di effetto in grado di migliorare foto di paesaggi, persone, selfie ecc.

Perciò, se qualcuno cerca ad esempio un’app che permetta ai propri selfie di emergere su Instagram, vorrebbe l’app più adatta per il tipo di foto che vuole ritoccare. Non è così?

Se avessi sviluppato un’app che migliora automaticamente ad esempio il colore della pelle e la qualità, che fornisce una grande varietà di filtri facili da usare per selfie, oltre a stupefacenti sfondi, overlay e altri effetti adatti a migliorare i diffusissimi selfie, la tua app di certo si distinguerebbe tra le numerosissime app utilizzate per editare foto.

Questa sorta di app iperspecializzata ti consentirebbe di avere un utente ideale e, di conseguenza, un mercato. Se conosci approfonditamente l’utente ideale di un’app di nicchia, sarai in grado di sviluppare un prodotto indirizzato a un pubblico molto specifico.

Rivolgersi invece a un ampio numero di utenti è una strategia meno efficace, poiché è difficile raggiungere tutti contemporaneamente.

Che cosa rende unica la tua app?

Se riuscirai a scoprire qual è la tua nicchia, sarai in grado di capire ciò che rende la tua app unica.

  • Cosa fa di diverso la tua app rispetto alle app della stessa categoria?
  • Cosa fa di diverso la tua app rispetto alle app concorrenti?
  • A quale segmento particolare della popolazione ti rivolgi con la tua app?

Per rendere la tua app unica rispetto a quelle rivali, devi identificare ciò che la rende speciale.

Per gli elementi relativi alla definizione della categoria della tua app, consulta questo articolo.

Interfaccia utente

L’interfaccia utente è la parte della tua app che l’utente vede, tocca e usa per navigare tra le diverse schermate durante il flusso utente. L’interfaccia utente è anche ciò che viene spesso definito design dell’app.

Design semplice e accurato

La tua app non deve somigliare a un template comune. In effetti, sta diventando sempre più importante che l’aspetto e le funzioni siano efficaci e stupefacenti.

Mentre molte app assicurano (essenzialmente) le stesse funzionalità, la tua app potrebbe affermarsi sulle app rivali se si distinguesse dalle altre. Ciò significa che ogni elemento, dalla schermata di benvenuto ai pulsanti, ai menù, alle funzioni social, deve essere stupefacente.

Avete capito di quale tipo di app sto parlando, un’app che quando la apri ti fa dire Wow, che app fantastica! La tua app deve stupire immediatamente, e per farlo è necessario che il design sia eccezionale.

Non deve necessariamente essere eccessivo o esagerato, un design semplice, ma curato, può rendere appetibile un’app. Cerca di pensare all’utente ideale e alle sue preferenze quando progetti il design. L’ho già detto e lo ripeterò: lo sviluppo di un’app deve tenere in considerazione l’utente e cercare di soddisfare le sue preferenze/i suoi bisogni.

Navigazione facile

Una delle componenti chiave di un’app di successo è la facilità di navigazione, assicurata da un design che deve rendere chiaro l’utilizzo. Nel corso del testing, il design potrebbe essere la variabile che compromette un flusso utente lineare, perciò presta molta attenzione a non permettere che un design stupefacente pregiudichi l’usabilità.

Pulsanti, menù intuitivi ecc.

Uno dei modi migliori per far sì che la tua app abbia un’ottima navigabilità è realizzare un’interfaccia che renda l’utilizzo intuitivo. Android e iOS hanno ognuno i propri standard di sviluppo.

Sia che tu scelga un header allineato a sinistra o centrato, menù o pulsante indietro ecc., assicurati di seguire gli standard stabiliti dalla piattaforma per cui stai sviluppando, in modo che l’utente possa riuscire a utilizzare l’app senza problemi.

Per altri elementi relativi all’importanza del design e su come renderlo stupefacente, leggi questo articolo.

Esperienza utente

L’interfaccia utente è fondamentale per creare un’esperienza utente eccezionale. Come ho già detto nei paragrafi precedenti, l’esperienza utente è l’elemento più importante di ogni app. Se l’esperienza utente non è perfetta, la tua app non sarà utilizzata, e le app che non vengono utilizzate, vengono cancellate.

Design user friendly

Il modo migliore per fornire un’esperienza utente perfetta è rendere la tua app la più intuitiva possibile. Quando un utente apre la tua app per fare qualcosa, dovrebbe sentirsi completamente a proprio agio e procedere in maniera intuitiva.

L’utente non dovrebbe mai chiedersi come fare qualcosa. Infatti, un’app è uno strumento che in genere deve aiutare gli utenti, e se l’uso è semplice il sarà svolto velocemente.

Questo uso strumentale non si riferisce naturalmente ai giochi, ai social o alle app di notizie, ma i principi sono comunque validi:

  • Il gioco che hai creato deve di facile utilizzo, senza bottoni ambigui o con problemi di navigazione.
  • La tua app social deve far sentire a proprio agio gli utenti, che saranno così indotti a usarla più spesso e per molto tempo.
  • La tua app per le notizie deve essere intuitiva, in modo che le persone possano trovare facilmente le informazioni che cercano, filtrare quelle che non vogliono leggere, e avere un’esperienza positiva che li induca a leggerle ogni giorno mentre vanno al lavoro.

Flussi di navigazione veloci

Quando affermo che la tua app deve semplificare il passaggio da una schermata a un’altra, mi riferisco al flusso di navigazione. Spesso viene definito percorso utente, ed è il tragitto che un utente compie attraverso l’interfaccia per svolgere un compito.

Il processo deve essere semplice anche per un utente non esperto e non deve richiedere nessuna spiegazione né esperienza. Perciò i diversi bottoni che lanciano un’azione e conducono gli utenti dall’home screen alla pagina successiva devono essere ben evidenti o facilmente accessibili in un menù dall’aspetto familiare.

Una volta che il percorso è iniziato, i bottoni per eseguire altre azioni devono essere chiaramente definiti nello stesso modo, senza nulla che distragga o interferisca con il processo.

Risoluzione dei problemi/soddisfacimento dei bisogni immediati ed efficaci

Come ho già detto, le app in genere sono create per risolvere un problema o soddisfare un bisogno. Quindi devi chiederti se la tua app soddisfi i bisogni nel modo migliore possibile.

Rispondi a queste domande:

  • La mia app si limita a soddisfare i bisogni degli utenti, o va oltre?
  • Potrei soddisfare più aspettative di quelle progettate inizialmente?
  • C’è qualcosa che i miei utenti dovrebbero fare al di fuori della mia app prima o dopo averla usata?
  • Questi aspetti possono essere inclusi nella mia app, così da soddisfare tutti i bisogni degli utenti?

La tua app dovrebbe essere ciò che gli utenti stanno cercando e non solo. Perciò, l’ideale è che l’app riesca a soddisfare i loro bisogni; ma se puoi superare le loro attese, la tua app avrà ancora maggiori possibilità di affermarsi con il passaparola. Questo è un espediente che determina il successo delle app.

Il processo di sviluppo delle app non consiste semplicemente nell’affidare a uno sviluppatore la realizzazione di un’idea. Bisogna invece costantemente valutare diversi aspetti della tua idea per perfezionarla durante la fase pre-lancio.

Testing

Il testing è una delle tappe più importanti nel processo di sviluppo delle app, infatti con il lancio dovresti riuscire a fidelizzare gli utenti. Se una nuova app non viene accolta con entusiasmo stratosferico, sarà necessario molto lavoro per riconquistare gli utenti (se mai riuscirai a farlo).

Individuazione dei bug prima del lancio

Alcuni piccoli problemi dovranno essere comunque corretti dopo il lancio: questo accade anche per altri prodotti, ed è una delle ragioni per cui tutte le app più scaricate vengono incessantemente aggiornate.

Detto questo, tu (e il tuo team di sviluppo) dovete lavorare instancabilmente per essere sicuri di individuare la maggior parte dei problemi, anche quelli più piccoli. Errori trascurabili e qualche pecca contribuiscono al senso di frustrazione degli utenti, e gli utenti frustrati passano ad altre app molto velocemente.

  • Usa la tua app per ripercorrere ogni possibile flusso utente, poi torna indietro, fino all’inizio.
  • Pensa a tutto ciò che puoi fare per mettere alla prova la tua app, oppure per sovraccaricarla.
  • Credi di aver controllato tutto? Ricomincia da capo.

Quando ti sembra di aver testato tutto e di non poter fare altro, controlla l’app di nuovo. Poi rivolgiti ad altri per farti aiutare.

Gruppi di app tester

Il compito di testare la tua app fortunatamente non spetta a te solo, anche il tuo team di sviluppo dovrebbe occuparsi di questo lavoro; inoltre, per realizzare un testing approfondito è possibile ricorrere ai diversi gruppi di testing esistenti.

Elenco di seguito alcune aziende che effettuano testing di livello nerd, e forniscono feedback sulla tua app prima del lancio:

Beta Family.
Applause.
Global App Testing.

Questi team ti consentono di verificare l’usabilità e l’esperienza che la app fornisce agli esperti e ai tester professionisti. Ricorda che se vuoi lanciare la versione definitiva del tuo prodotto, può essere utile investire in test di qualità.

Emulazione di rete

Un errore comune, soprattutto se si è inesperti, è l’emulazione di rete. Non è utile testare da un ufficio con una connessione internet eccezionale, invece dovresti provare con una connessione tipica dei dispositivi mobili, utilizzata per la grande maggioranza delle app.

Non provare a caricare un file locale durante il testing, se il file verrà salvato su un server… cerca di tenere in considerazione queste variabili. La cosa importante è che gli utenti non utilizzino l’app nelle condizioni ideali dell’ufficio o di sicurezza del network di una grande area metropolitana.

Prova a ricreare le condizioni di uso reali, soprattutto quelle in cui il tuo utente ideale opererà più spesso. Se ad esempio ti accorgi che il salvataggio dal cloud di un particolare file è troppo lungo, forse dovresti spostare quel file nei contenuti scaricati insieme all’app.

È fondamentale svolgere il test in condizioni simili a quelle quotidiane per fare scelte che siano positive per l’utente reale.

Ottimizzazione

Dopo aver affrontato il testing, passiamo alla fase post-lancio del processo di sviluppo, ossia all’ottimizzazione. Infatti, anche dopo che la app inizia a essere utilizzata, il lavoro non è finito.

Finché l’app sarà utilizzata, bisognerà provvedere costantemente alla sua ottimizzazione. Lo sviluppo di un’app è un processo in divenire e, anche dopo aver testato un’app in tutti i suoi aspetti, ci sarà comunque qualcosa che dovrai cambiare quando l’app sarà già utilizzata.

Utilizzo di app analytics

Tu, il team di sviluppo e i tuoi collaboratori siete forse soddisfatti del risultato, ma ciò che conta davvero è l’opinione degli utenti. Per questa ragione è importante includere app analytics nello sviluppo. Puoi scegliere una serie di strumenti diversi (questo è uno dei tanti), ma tutti contribuiscono ad aiutarti a comprendere il comportamento dell’utente in modo che tu possa lavorare per ottimizzare la tua app a seconda di ciò che l’utente preferisce e di cui ha bisogno.

Se in alcuni momenti, durante l’uso, gli utenti si bloccano e chiudono l’app, devi aggiornare l’interfaccia. Se ci sono funzioni importanti che non vengono utilizzate, forse dovresti renderle più evidenti. Se vengono ancora ignorate, potresti decidere di cambiare complessivamente queste funzionalità.

App analytics ti fornisce infiniti dati utili su quello che i tuoi utenti esigono dall’app, perciò assicurati di includerlo nello sviluppo della tua app.

Testing/ottimizzazione/miglioramento costanti

A questo punto ti do un consiglio che ti servirà sempre, almeno finché sarai nel mondo dello sviluppo e della creazione di app: non accontentarti MAI. Non pensare mai che la tua app sia il massimo, e che non possa essere migliorata.

Il mercato delle app è molto competitivo, perciò se ti arrendi i tuoi rivali ti supereranno. Per questa ragione dovresti testare, ottimizzare e migliorare costantemente la tua app.

Escogita incessantemente modi nuovi per far eseguire alla tua app quello che fa. Assicurati costantemente di dare agli utenti tutto ciò di cui hanno bisogno, perché se non lo fai, lo farà qualcun altro. Per riassumere:

Da’ sempre il massimo per riuscire nella tua impresa.

Se sei uno che pronto a rimediare ai propri errori, o a dare agli utenti quello che non sapevano di volere, vincerai la sfida. Se invece non ti interessa più migliorare, ci sarà sempre qualcuno felice di conquistare il tuo posto.

App marketing

In un mercato molto competitivo, il marketing svolge un ruolo fondamentale per il successo della tua app.

Creazione di una strategia di marketing

Per promuovere la tua app quando il processo di creazione è giunto al termine, devi elaborare una strategia, simile a quella per lo sviluppo di un’app. Un’altra somiglianza tra la strategia di marketing e la strategia di sviluppo è che entrambe devono essere costruite intorno al tuo utente ideale.

Per creare una strategia di marketing avrai bisogno di:

Identificare un utente tipo

Identificare un utente tipo (oppure 2) in base alle informazioni che raccoglierai sul tuo utente ideale, che possieda le caratteristiche principali necessarie all’impostazione di una strategia di marketing.

Determinare le tattiche più efficaci

Come raggiungere il tuo utente ideale? Quali strategie di marketing puoi utilizzare per raggiungerlo in modo più efficace? Per esempio, se stai creando un gioco molto divertente, potresti inserire pubblicità in giochi analoghi indirizzati al tuo utente ideale.

Le pubblicità su Facebook possono raggiungere il tuo utente ideale in maniera più efficace? Per esempio, se stai creando un’app per la contabilità (categoria produttività), potresti realizzare un video pubblicitario per Facebook, che illustra il funzionamento della tua app e si rivolge ai proprietari di piccole imprese che potrebbero essere i principali utilizzatori della tua app.

Implementare e testare

A questo punto avrai già hai deciso quali strumenti utilizzare per raggiungere i tuoi utenti ideali in modo più efficace, perciò testa diverse versioni di annunci pubblicitari con messaggi vari per verificare quale sia il più efficace.

Ottimizzare e ripetere

Dopo aver svolto il test, analizza il feedback e usalo per ottimizzare la tua strategia globale. Correggi il modello di utente tipo e le tattiche, adatta il marketing, poi implementa e testa di nuovo. Ripeti queste tappe continuamente per far sì che i messaggi di marketing risultino sempre efficaci.

Ora passiamo al modo in cui puoi trarre profitto dalla tua app.

Monetizzazione delle app

La monetizzazione delle app è un tema spinoso. Non diversamente da molti altri prodotti, quando si cerca un profitto immediato, spesso ci si deve accontentare di poco. Rifletti sulla possibilità di una monetizzazione a breve e a lungo termine per capire quale sarebbe la migliore per la tua app.

A breve termine

La monetizzazione a breve termine è il modo più diffuso per trarre profitto dalla propria app, ed è basata su due tattiche per generare profitti al momento della release o subito dopo.

Download a pagamento

I download a pagamento sono molto diffusi, soprattutto per le app utility e di produttività. In questo caso i profitti derivano, come è facile immaginare, dai download. Di solito è possibile scaricare una versione limitata gratuita dell’app, oppure una versione completa per un periodo di prova. Queste versioni libere in genere contengono pubblicità, che possono essere eliminate passando alla versione a pagamento.

Pubblicità

La seconda strategia di monetizzazione a breve termine è l’inserimento di pubblicità. L’app può essere scaricata gratuitamente, ma gli utenti vengono esposti a banner pubblicitari durante la navigazione, o a pubblicità full screen visualizzate a intervalli di tempo.

I profitti generati da questi due sistemi di monetizzazione dipendono dal numero di download o di utenti attivi. Ancora una volta, è possibile realizzare profitti se l’app offre un’esperienza utente straordinaria, per cui gli utenti sono disposti a pagare oppure a sopportare le pubblicità.

A lungo termine

La strategia di monetizzazione a lungo termine di un’app è molto meno comune, ma è quella scelta dalle migliori app sul mercato.

La monetizzazione a lungo termine (anche se è supersemplificata) in genere si verifica in questo modo:

  • Lancio dell’app.
  • Promozione dell’app.
  • Ottimizzazione dell’app.
  • Ripetizione di questo processo mentre si fidelizzano gli utenti (spesso per anni).
  • Utilizzo del consenso conquistato per generare profitti o vendere il consenso guadagnato al migliore offerente.

Questo tipo di monetizzazione, come è facile immaginare, richiede pazienza e risorse non comuni. Tuttavia, se puoi fare in modo di creare un’app con milioni di utenti attivi, il profitto potenziale generato è esponenzialmente più alto.

Team di sviluppo

L’ultima cosa che devi sapere sul processo di sviluppo di un’app è che un team di esperti potrà garantirti un risultato migliore rispetto a quello di un solo sviluppatore. Di sicuro, un’app molto semplice può essere realizzata da una sola persona, ma non è il tipo di app di cui stiamo parlando in questa guida. Infatti, ci riferiamo alle app che tutti usano, amano e condividono con i loro amici: il tipo di app che ha un impatto sulla vita delle persone. Per questa ragione hai bisogno di un team che realizzi la tua idea e crei il migliore prodotto possibile.

Collaborazione creativa di professionisti esperti

Il processo di sviluppo dell’app, ormai è chiaro, richiede un’innumerevole quantità di ore di lavoro di molti individui. Un team di sviluppo adatto è costituito da un professionista responsabile del design, un altro del codice, un altro del testing e così via.

In molti casi più persone lavorano su un solo aspetto dello sviluppo dell’app, soprattutto se la tua app svolge funzioni molto complesse. Per questa ragione, è poco sensato pensare che un solo sviluppatore possa produrre qualcosa che si avvicini alla qualità richiesta da un’app di successo.

Pronto a iniziare il processo di sviluppo?

Ormai possiedi più conoscenze sul processo di sviluppo della maggior parte delle persone. Sei pronto a iniziare?

DuckMa è un gruppo di esperti di livello mondiale, che possono aiutarti in ogni fase del processo. Facciamo con passione il nostro lavoro e affrontiamo il processo di sviluppo dell’app con professionalità.

Pensiamo fuori dagli schemi e collaboriamo con i nostri clienti in maniera innovativa. Amiamo lavorare con persone dall’enorme potenziale, anche se non sono professionisti esperti.

Mettiti in contatto con noi, risponderemo alle tue domande, parleremo di affari. Chiamaci subito per dirci come possiamo aiutarti a realizzare l’app dei tuoi sogni!

Perché collaborare con DuckMa?

Dovrai riflettere su molte cose, perciò concluderò in poche parole.

Siamo interessati a collaborare con te, e ci auguriamo che questo sodalizio si riveli positivo per entrambi.
I professionisti di DuckMa lavorano con passione. Siamo un gruppo di persone molto competenti che amano quello che fanno.

Il nostro successo si fonda su tre fattori:

Esperienza: forniamo servizi per lo sviluppo di app dal 2009, ossia dall’alba dell’era delle app.

Flessibilità: ci piace chiamare il nostro ufficio boutique d’eccellenza, un laboratorio specializzato per clienti che esigono il meglio: ciò significa che pensiamo in maniera poco convenzionale e ci adattiamo ai bisogni dei clienti.

Attenzione: la nostra passione per qualunque soluzione hi-tech è notevole, ma prima di tutto siamo professionisti specializzati nell’universo dei dispositivi mobile.

This post is also available in: enInglese

Post a Comment

Loading Facebook Comments ...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *